News

Scopri il mio nuovo libro

Login Form

L’indice glicemico alimentare modula le anomalie comportamentali e biochimiche associate ai disturbi dello spettro autistico.

I disturbi dello Spettro Autistico (ASD) costituiscono un disturbo neurologico complesso, ad eziologia sconosciuta, ma molto probabilmente derivante da fattori sia genetici che ambientali. Ci sono buone evidenze cliniche che denunciano una disregolazione del sistema immunitario negli individui autistici. Tuttavia, il contributo di input, come fattori dietetici, che possono anche attivare il sistema immunitario, non sono stati sufficientemente esplorati nell’autismo. In questo lavoro , condotto presso il Salk Institute for Biological Studies, La Jolla, in California, negli Stati Uniti d'America, è stato invece dimostrato che la regolazione della glicemia nella dieta ha un impatto significativo sul fenotipo autistico. Utilizzando un gruppo di cavie che presenta tratti comportamentali che riflettono i sintomi diagnostici nell’autismo umano, gli studiosi hanno scoperto che la dieta modula i diversi metaboliti nel plasma, regola o disregola la neuroinfiammazione e i marcatori cerebrali di neurogenesi in un modo che è riflette lo stato dei metaboliti rintracciati negli autistici umani. Nel complesso, il lavoro degli scienziati supporta l'idea che l’autismo sia determinato da un’ interazione gene-ambiente e che in presenza di una predisposizione genetica all’autismo la dieta possa fare una grande differenza nell'espressione della condizione.

 

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26055422