News

Scopri il mio nuovo libro

Login Form

DRENAGGIO D’ORGANO

 La lunga catena di reazioni metaboliche che avvengono nel nostro corpo e che ci assicurano l’energia di cui abbisogniamo per vivere, determina la produzione di numerose sostanze residue. Anche se il metabolismo le ricicla, in modo da sfruttare a fondo tutto quanto è disponibile, sia in termini energetici che materiali, altre sono inutili o dannose. Per evitare l’accumulo, e quindi l’intossicazione, il corpo le deve poter espellere con modalità specifiche e diverse a seconda del tipo di sostanza. Gli organi deputati a svolgere questa funzione sono detti emuntori. Il drenaggio generale stimola contemporaneamente tutti gli organi emuntori (quelli che puliscono) e sono: fegato, pelle, reni, polmoni, intestino. 

Nella prima fase di depurazione si attivano tutti gli emuntori, nella seconda fase con il drenaggio si eliminano tutte le scorie metaboliche.

L’attività dei polmoni, seppure primariamente coinvolti nel processo di respirazione, è anche quella di un organo emuntore dei rifiuti gassosi. Lo stesso dicasi per l’intestino, la cui attività si svolge nell’insieme delle funzioni digestive. La pelle, il suo colorito, la sua luminosità, ci parlano delle funzioni organiche. Organi emuntori per eccellenza, che riguardano il lavoro della Bioterapia Nutrizionale si considerano il fegato, l'intestino e i reni. Questi ultimi, infatti, producono  urina e sudore e contribuiscono all’eliminazione di ciò che resta della degradazione di proteine, zuccheri e grassi, controllando allo stesso tempo il bilancio idrico e salino del corpo (omeostasi). Il drenaggio, che in pratica offre un sostegno agli emuntori, è quindi un momento molto importante, perchè mette l’organismo nella condizione di recuperare l’equilibrio e di rispondere meglio al trattamento successivo (che può essere di stimolazione, di diuresi, ecc.). 

Quando nel nostro organismo il drenaggio non è buono si crea un fenomeno evidente di ritenzione idrica, che non è altro che il ristagno dell’acqua imprigionata dalle tossine in varie parti del corpo. Quando i nostri organi emuntori sono invece efficienti avremo uno stato di benessere generale, la pelle diventa più luminosa, non sono presenti gonfiori addominali, il tono dell’ umore è buono, ecc… 

Quando ci sentiamo gonfi, le gambe sono più pesanti, siamo più irritabili, magari dormiamo meno, la digestione diventa difficile è il momento di intervenire con un’alimentazione adeguata che ci aiuti a sostenere il drenaggio d’organo. Capire quale organo è in crisi e deve essere aiutato, lo si fa mediante lo stick urinario. A quel punto si lavora con uno specifico drenaggio d'organo.

Il drenaggio d’organo stimola uno specifico emuntore. 

Un buon drenaggio fornisce anzitutto una stimolazione adeguata degli organi emuntori, aumentando la diuresi, la coleresi, il transito intestinale, la secrezione delle ghiandole sudoripare, ecc... E contemporaneamente sostiene gli organi che potrebbero andare in crisi per la sollecitazione.

“le malattie si sviluppano su un terreno reso debole dal rallentamento degli organi di eliminazione e dall’accumulo di sostanze tossiche,uno dei mezzi per favorire lo stato di salute è quello di diminuire il carico delle tossine….” dott.M.Tétau

 Tratto dal libro:"La dieta su misura" di Letizia Bernardi Cavalieri, ed. Olos